Tutto tramonta

Se quella sera del novembre del 2018 aveste potuto curiosare da una finestra in casa mia credo che difficilmente qualcuno di voi avrebbe potuto immaginare che quello che stava osservando era di fatto il vostro affezionatissimo nell’atto di comporre una canzone. 

E lo credo bene! 

Infatti mi avreste visto camminare avanti e indietro dalla porta di ingresso fino alla porta-finestra della cucina e ritorno per una buona ora. 

Ebbene, questo è ciò che faccio quando sto componendo un brano, o meglio, quando nella mia mente sta nascendo l’idea che darà origine alla composizione, forma, struttura e melodia. Solo in un secondo momento mi siedo al piano, più raramente imbraccio la chitarra, e passo alla fase, per così dire, esecutiva. Avevo voglia di sfidarmi in qualcosa che assorbisse completamente la mia energia creativa, che mi tenesse impegnato, che richiedesse tutta la mia concentrazione. Decisi, quindi, di affidare il senso di ciò che volevo esprimere ad un tautogramma, un simpatico gioco verbale che consiste nello scrivere un testo formato da parole che iniziano tutte con la medesima lettera. Confesso che raramente sono stato soddisfatto di me quanto dopo la composizione di questa canzone che, diversamente dal solito, non ha richiesto un lungo periodo di limatura e perfezionamento ma, al contrario, è scaturita fluida ed immediata.

Leave a comment

Add comment