Piccoli passi

Sarà successo a tutti di passare un periodo difficile. Magari a causa della fine di una relazione, di una battuta d'arresto in campo lavorativo o, semplicemente, di affrontare un momento di stagnazione nella propria esistenza. 

Mi trovavo in una simile situazione quando, in un tardo pomeriggio buio di inizio dicembre, riflettevo lasciando liberi i pensieri di inseguirsi tra di loro. A un certo punto mi riscossi riportando alla mente uno degli insegnamenti più importanti del mio maestro Daisaku Ikeda che dà una bellissima definizione di cosa distingue una persona davvero coraggiosa. 

Una persona coraggiosa è quella che non indietreggia di fronte a nessun ostacolo e, caparbiamente, avanza ogni giorno, anche fosse di un solo, piccolo passo. 

Fu in quel momento che imbracciai la chitarra e decisi di mettere in musica quell'attimo fondamentale, l'istante in cui, magari faticosamente, decidi di avanzare, e sai che la vera lotta è mettere un piccolo passo dopo l'altro. 

Così nacque "Piccoli passi", che inizia con una lenta melodia che quasi è un lamento, per poi aprirsi nella seconda parte, come se una lama di luce avesse trovato un varco tra le nubi più oscure. Ascolto sempre questo brano quando mi trovo ad un punto morto, perché mi ricorda che, anche nei momenti in cui tutto sembra fermo, c'è la possibilità di mettere una azione, anche minima, ma che può farci sentire ancora vivi.

Leave a comment

Add comment